News CEI - PRECISAZIONE SULLE ORE DI PROGRAMMAZIONE PER GLI IdRC DELLA SCUOLA PRIMARIA

Carissimi Direttori e Responsabili,

in questi giorni sono circolate diverse voci riguardanti la questione delle ore di programmazione per gli IdRC della scuola primaria.

Per evitare ogni equivoco, vi riporto la comunicazione che mi è stata inviata dal dott. Giuseppe Bonelli della Direzione Generale Personale Scolastico, Ufficio IV - Personale docente ed educativo:

“Gent.mi,

Con riferimento alle mail da me inviate nei giorni scorsi (precisamente mail dell'8/9 a Snadir, mail del 13/9 a Cei e mail di oggi a Cisl scuola), devo purtroppo comunicarvi che, a seguito di un approfondimento condotto tramite il nostro Ufficio Legislativo, siamo giunti alla conclusione che quanto previsto dal Decreto Interministeriale in oggetto a riguardo delle ore di programmazione per la scuola primaria non è applicabile all'IRC, in quanto la determinazione dell'organico relativo a questa materia avviene con un criterio diverso e separato rispetto alla definizione dell'organico di posto comune.

Mi scuso dell'equivoco e vi prego pertanto di ignorare le mie precedenti indicazioni in materia.

Cordialmente

Bonelli”.

Come potete osservare, questa comunicazione è molto chiara anche se non risolve in maniera esaustiva la questione e anzi ci auguriamo che possano intervenire ulteriori sviluppi positivi.

Il Servizio Nazionale, infatti, sta cercando con pazienza e impegno di ottenere il giusto rispetto e la opportuna attenzione alle tematiche legate all'IRC e agli IdRC, e sta continuamente sollecitando il Ministero a compiere le scelte doverose e necessarie che ci riguardano.

Tuttavia, accanto agli abituali problemi che da anni accompagnano la scuola, le novità introdotte dalla Legge 107/2015 e la mancata definizione dei Decreti attuativi hanno reso ancora più complessa la situazione: una serie continua di ipotesi e suggestioni faticano a trovare risposte certe e sicure (basta ricordare i problemi legati alla definizione completa dell'Organico dell'Autonomia, oppure alla mancata possibilità che gli IdRC possano essere scelti come Vicari dei Dirigenti, alle continue sollecitazioni perché venga bandito un nuovo Concorso per l'IRC oppure alle questioni legate alla valutazione).

Vi assicuro il nostro impegno quotidiano nell'affrontare i problemi che vengono sollevati e nel ricercare le risposte più adeguate, anche se dobbiamo tutti essere consapevoli della complessità della situazione politica, economica e culturale che stiamo vivendo: alcune facili e illusorie speranze possono trasformarsi in cocenti delusioni, per cui è necessario molto equilibrio nel considerare sia la gravosità dei problemi, sia la varietà dei soggetti coinvolti.

Augurandovi di continuare con passione il vostro lavoro e riconfermandovi la mia piena disponibilità ad ogni vostra necessità, vi saluto cordialmente

don Daniele Saottini

Responsabile

CEI - PRECISAZIONE SULLE ORE DI PROGRAMMAZIONE PER GLI IdRC DELLA SCUOLA PRIMARIA